Seleziona una pagina

Il risotto ai funghi è un piatto classico della tradizione culinaria italiana che contiene tutto il gusto saporito di porcini, champignon e chiodini. Prova il risotto ai funghi Pronti, Via!

Qual è il risotto preferito dagli italiani? Ovviamente non c’è una risposta unica, molto dipende dai gusti personali, dalla regione di provenienza e dalla stagione. Ora che siamo in pieno inverno, oseremo quasi dire che tra i più apprezzati c’è il risotto ai funghi: e in quello Pronti, Via! sono racchiuse tutte le deliziose note selvatiche tipiche di questo piatto.

Scopri i nostri risotti!

La scelta e la cottura dei funghi con cui realizziamo la salsa Pronti, Via! richiede tempo, amore e precisione: vogliamo portare sulla vostra tavola tutto il sapore della tradizione italiana. I funghi vengono raccolti nei boschi dell’entroterra e fatti essiccare su apposite ceste di castagno, come si usava una volta, per poi profumarli con un po’ di alloro.

Successivamente vengono puliti, eliminando la parte terrosa del gambo e con un panno umido si eliminano i residui di terra. I nostri cuochi si occupano poi di tagliarli a fettine e di cuocerli in una padella con filo d’olio e aglio, che serve a tirarne fuori le note selvatiche. Una volta terminata la cottura, i funghi vengono trasportati nel centro di lavorazione per realizzare la salsa con cui andrai a condire il risotto Pronti, Via!

Pronti? Via! Prepariamo il risotto

Microonde: Solleva la pellicola protettiva, lasciando un bordo attaccato, apri la busta e versare la salsa sul riso senza mescolare. Appoggia la pellicola protettiva sul contenitore e riscalda per 90 secondi a 900 watt (o 2 minuti in un forno a microonde 750 watt). Una volta fatto, mescola con cura.

Padella: Versa il contenuto della vaschetta e della busta in una padella e scalda a fuoco lento per 2/3 minuti mescolando con cura e…servi il risotto!

risotto ai funghi

I consigli del sommelier

Il risotto ai funghi è un piatto di grande personalità, che ha bisogno di essere abbinato ad un vino in grado di reggere il confronto con il suo sapore intenso senza esserne travolto: consigliamo due rossi non troppo corposi, come il Sangiovese di Romagna o il Barbera!

Cambia lingua