Seleziona una pagina

I risotti Pronti, Via! hanno il vantaggio di essere mangiati ovunque e dovunque vogliate, ma è anche vero che quando vengono preparati per un’occasione speciale, meglio farlo con decoro ed eleganza! Scopriamo il galateo che si cela dietro un piatto di risotto.

Innanzitutto il galateo, com’è noto, è un modo per rapportarsi con gli altri in maniera elegante e raffinata, evitando imbarazzi sociali. Nel campo della ristorazione e della convivialità, le regole da seguire a tavola si suddividono generalmente in due rami: quello del comportamento, per non irritare gli ospiti e i commensali; e quello della preparazione, con lo scopo di presentare i piatti affinché vengano gustati al meglio.

Come prima regola fondamentale, che una volta per tutti può togliere eventuali dubbi, è che il risotto va sempre e solo mangiato con la forchetta e non con il cucchiaio (a meno che non sia in brodo). Per evitare di sporcarsi è invece bene avere il tovagliolo sulle gambe.

Giovanni-Della-Casa-Galateo-ovvero-De-costumi

Un altro simpatico aneddoto che è meglio evitare se si è in compagnia, anche se molti di noi hanno visto fare (forse anche in prima persona) è quello di appiattire il risotto con la posata in modo da raffreddarlo. Niente di più sbagliato per il signor Giovanni Della Casa (autore del celebre libro Galateo overo de’ costumi, 1558, ndr). Meglio piuttosto iniziare a mangiare il nostro risotto Pronti, Via! partendo dall’esterno verso l’interno e non dalla circonferenza.

Ma la questione più ardua spetta alla decisione del piatto: fondo o piano?

Al di là della diatriba nata proprio in merito a questo argomento tra Cannavacciuolo e Bastianich in un’edizione di Masterchef, il galateo più rigido dà la propria risposta ed è il piatto piano. Perché?

La ragione va vista in particolare nel fatto che un piatto piano evidenzia (o smaschera) più facilmente la bravura dello chef: un risotto ben fatto non dovrebbe infatti correre il rischio di spargersi nel piatto nonostante sia piano. Inoltre, la disposizione del risotto nel piatto piano esalta la consistenza del chicco, la sua mantecatura e accresce il profumo degli ingredienti.

risotto-piatto-piano

Questi consigli non vogliono essere regole ferree da seguire, ma piccoli accorgimenti per presentare il vostro risotto preferito Pronti, Via a regola d’arte, anzi di galateo davanti ai vostri ospiti!

Cambia lingua